Personal Branding, il valore della comunicazione video

Sembra incredibile pensarlo ma è esistita una fase della storia in cui Internet non c’era. Eppure, anche in assenza del web, la comunicazione video ha sempre avuto un ruolo predominante. Quando il mondo si spostò infatti dalla carta stampata e la radio alla televisione, uomini di potere e di spettacolo capirono da subito che le immagini in movimento attribuivano a un qualunque messaggio un valore comunicativo inestimabile.
Arrivato Internet, la regola è rimasta intatta. In mezzo a una mare magnum di blog per il solo testo e podcast per il solo audio, la comunicazione video ha continuato a spiccare. E in un’epoca di grande personalizzazione tale comunicazione è presto diventata un solido del cosiddetto personal branding.
Vi elenchiamo 3 personalità del digital in Italia che dal nostro punto di vista stanno sfruttando con grande ingegno il valore della comunicazione video.

Marco Montemagno

Tutti lo conosciamo. È il guru digitale che da anni imperversa con la sua comunicazione video sui social media. Il merito di Montemagno è stato di avviare un progetto di personal branding guidato dal video su Facebook, anni fa, investendo inizialmente in advertising per promuovere i suoi video migliori. Montemagno aveva capito che la piattaforma pubblicitaria di Facebook fosse la più economica sul mercato, e che il video fosse al contempo il prodotto di comunicazione più efficace. Dopo un anno di investimenti pubblicitari ha spento la macchina pubblicitaria, ma ormai aveva conquistato l’Italia. Oggi i suoi video vengono distribuiti anche su Instagram, LinkedIn e YouTube, e soprattutto non ha più bisogno di advertising. I video viaggiano da soli, in modo organico.

Marta Basso


Chi utilizza LinkedIn in Italia dovrebbe conoscerla. È il talento veneto nota alle cronache per aver vinto il premio Adecco “CEO for 1 month”. Occhi chiari e capelli ricci, Marta ha avviato un progetto di personal branding anch’esso guidato dal video direttamente su LinkedIn, una piattaforma in cui tanti utenti guardano ma pochi pubblicano contenuti.
In questo territorio relativamente vergine per la costruzione di un brand personale, specie in ambito video, e specie gestito da una ragazza, Marta ha saputo letteralmente creare un impero di visibilità rispettando le logiche basiche della comunicazione video sui social.
Si è posizionata in uno specifico settore di interessi, quello del digitale e dell’innovazione. Ha aggiunto le caption a tutti i suoi video affinché gli utenti potessero fruirne anche senza audio. Ed è infine stata costante nella pubblicazione, arrivando a produrre anche 2-3 video a settimana.

Giacomo Sisca


Per un videomaker la migliore forma di auto promozione sono proprio i video. Dopotutto, il modo in cui un professionista del video riesce a girare e montare sotto stress per progetti personali dice molto della tecnica con cui potrebbe lavorare con grandi brand.
Giacomo Sisca ha dunque inaugurato un modello di comunicazione video complesso, rischioso ma di grande qualità: parliamo del video blogging, ovvero la capacità di riprendere tutti i giorni - o quasi - della propria vita, costruendo una storia sempre diversa intorno alla propria vita quotidiana.
Ispirato da grandi maestri del video blogging mondiale come Casey Neistat, Giacomo sta documentando la sua vita mostrando grandi capacità di comunicazione video a tutto favore del suo brand personale, e delle sue opportunità di business.

Articoli meno recenti:

© Speechannel . All Rights Reserved.